La Dolce Vita Made in Germany, stampe alla gelatina d’argento di Michele Pero

Sessanta stampe fotografiche bianco e nero alla gelatina d’argento, su carta baritata, di cui venti esposte su questo sito.

[soliloquy slug=”la-dolce-vita-made-germany”]

In che cosa consiste questo progetto? Questo che segue è un estratto dall’omonimo libro di Michele pero edito nel 2015, a seguito delle prime mostre su suolo italiano de “La Dolce Vita Made in Germany”:

<< Germania, Italia, Giappone. Tre Paesi accomunati dallo stesso destino, all’alba della fine della guerra del 1945. Sono tre Paesi rasi al suolo. Anni ‘80. In Italia arrivano tedeschi in massa a passare le vacanze nel Bel Paese. Hanno le tasche piene di soldi da spendere. Si presentano come alieni. La loro industria è già un riferimento di eccellenza per la precisione e la qualità dei prodotti. Mio nonno. Fece la Seconda Guerra Mondiale. Passò gli ultimi mesi prigioniero in Germania. Ne parlò sempre con ammirazione. Mi mostrava gli arnesi che aveva riportato da là, come fossero delle cose speciali che in Italia non si trovavano. Mia nonna. Nel 1952 comprò in Germania una Rolleicord III, un binocolo Carl Zeiss e un paio di forbici speciali Solingen. Ha sempre custodito questi oggetti come fossero rari e preziosi. Tutto questo mi ha sempre incuriosito.

Il viaggio e la dolce vita

Ho avuto il mio primo contatto con la Germania negli anni ’90. Anche a me parve subito un Paese speciale. Non riuscivo a togliermi dalla mente le immagini di “Germania anno zero” di Rossellini. Ma furono le parole di Enzo Biagi, che ascoltai durante una sua puntata su RAIUNO de “Il fatto”. Raccontò di un viaggio che fece all’indomani dell’armistizio. Percorse tutto lo stivale da sud a nord e disse: “Vidi un Paese distrutto, raso al suolo”. Raso al suolo, com’erano anche la Germania e il Giappone alla fine della II Guerra Mondiale. Tutto ciò contrastava parecchio con la percezione che avevo del mio Paese, l’Italia, e… – questa lettura prosegue sul libro “La Dolce Vita Made in Germany” >>

Questo progetto è stato iniziato nel 2014 ed è tutt’ora in corso di svolgimento. Il progetto ad oggi enumera 60 stampe in bianco e nero alla gelatina d’argento, visibili sul sito michelepero.it, e consiste di fotografie realizzate tutte in pellicola tradizionale e principalmente con fotocamera 6×9 cm. Le stampe, eseguite tutte personalmente dall’autore su carta bianco e nero tradizionale baritata alla gelatina d’argento, sono tutte di formato 40×60 cm.

Le stampe sono visionabili presso lo studio dell’autore e sono in vendita. Per informazioni contattare Michele Pero.